Risorse
Application Notes
Tornare alle risorse

Inspecting Areas Close To Edges


Several techniques can be used to eliminate or reduce the edge effect that affects or even prevents the inspection on areas close to edges, fastener heads, etc.

1. Shielding

Shielding is the most often used technique to avoid edge effect. Ferrite is the best material used and reduces the sensitive area to the
internal diameter of the shield. At lower frequencies the eddy currents will propagate slightly beyond the shield diameter.

2. Differential Coils

The use of differential coils can be helpful to avoid external interference such as edge effect. With the coils aligned to keep the same distance to the edge, it is possible to inspect sometimes even with an overlap.

3. Maintaining a Constant Distance

By using a guide it is possible to keep a constant distance to an edge or another object such as a fastener head (see Figure 1 and 2).

Figure 1

Figure 2



Figure 3

4. Using Directional Probes

Directional probes can be useful as their sensitivity at 90° is very low. The reflection sliding probes with transparent lenses are the best examples of this (see Figure 3). Because of low sensitivity at 90° they ignore edges and joints between two plates or skins. A straight edge can be useful as a guide (see Figure 4).



Figure 4

5. Using Directional Probes Across the Edge or Joint

The signal produced by the joint or edge can often be differentiated from the defect (see Figure 5).

Figure 5

6. Adding Another Piece of Similar Type Metal to Probe

By adding a piece of similar type metal to the probe, it is possible to establish a path for the eddy currents and sometimes use it as a guide as well (see Figure 6).

Figure 6

Olympus IMS
ProductsUsedApplications

Le sonde di superficie lineari sono dotate di un'estremità in plastica e vengono usate nelle applicazioni generali di rilevamento delle cricche superficiali o in prossimità della superficie. Esse sono disponibili in diverse configurazioni di bobine e opzioni dei connettori. Le sonde di superficie lineari sono dotate di un colletto di regolazione per assicurare una notevole stabilità.
Le sonde di superficie a canna curvata in acciaio inossidabile vengono usate nelle applicazioni generali di rilevamento delle cricche superficiali o in prossimità della superficie. Esse sono disponibili in diverse dimensioni, configurazioni di bobine e opzioni dei connettori.
Canna flessibile in rame può essere curvata in varie maniere. Concepite per il rilevamento generale di cricche, queste sonde sono disponibili in diverse lunghezze, configurazioni di bobine, estremità perpendicolari e opzioni dei connettori.
Una serie di sonde specializzate come le sonde lineari 3551l, le sonde per pale di turbine, le sonde con estremità di plastica, le sonde digitali e le sonde a molla.
Le sonde in acciaio inossidabile installate su uno scanner rotativo includono una gamma di sonde costituite completamente di acciaio inossidabile, comprese quelle della serie standard e SEU.
Le sonde anulari sono concepite per adattarsi a diversi diametri delle teste di fissaggi. Esse si usano principalmente per rilevare le cricche sub-superficiali con i fissaggi in sede. Esse possono essere configurate in modalità bridge e reflection.
Le altre sonde installate su uno scanner rotativo comprendono diverse sonde per scanner specializzati, come le sonde regolabili di tipo X, le sonde regolabili di tipo Y, le sonde per l'ispezione di sbavature e le sonde in acciaio inossidabile per l'ispezione di sbavature.
Estremità a 30° o 45°, canna in acciaio inossidabile. Concepite per il rilevamento generale di cricche, queste sonde sono disponibili in diverse lunghezze, configurazioni di bobine, estremità angolari e opzioni dei connettori.
Canna diritta in acciaio inossidabile Concepite per il rilevamento generale di cricche, queste sonde sono disponibili in diverse lunghezze, configurazioni di bobine e opzioni dei connettori.
Le bobine delle sonde per l'ispezione manuale dei fori di bulloni sono posizionate ad angolo retto nel senso della canna. Queste sonde vengono ruotate manualmente per ispezionare i fori con i fissaggi rimossi. Esse sono disponibili in diametri standard (in frazione e metrici) o personalizzati, dotate di bobine assolute o differenziali.
Le sonde con punte in plastica installate su scanner rotativo includono diverse sonde con l'estremità in plastica telescopica o dotate di un corpo in acciaio, incluse le serie SUB, SPO-5965, SPO-3564 e standard.
Le sonde eddy currrent comprendono le sonde Nortec e NDT Engineering. La nostra gamma comprende più di 10 000 sonde eddy current standard e personalizzate, blocchi campione e accessori.
Le sonde spot sono usate per la ricerca di difetti sopra e sotto le superfici. L'ampio diametro delle bobine e il funzionamento a bassa frequenza rappresentano delle caratteristiche ottimali per la scansione di ampie zone e per aumentare la dimensione rilevabile dei difetti, in genere equivalente a metà del diametro della sonda.
Le sonde per l'ispezione di saldature sono concepite per ispezionare le saldature ferrose. Esse rappresentano un'alternativa economica alla magnetoscopia che richiede la pulizia del pezzo prima dell'ispezione.
Estremità a 90°, canna in acciaio inossidabile. Concepite per il rilevamento generale di cricche, queste sonde sono disponibili in diverse lunghezze, configurazioni di bobine, estremità angolari e opzioni dei connettori.
Le sonde di conduttività sono concepite per la cernita di metalli non ferrosi e per determinare le condizioni dei materiali in seguito ad un trattamento termico.
Le sonde scorrevoli sono concepite specificatamente per ispezionare i fissaggi in linea. Esse funzionano in modalità reflection e sono usate per la ricerca di difetti sulla superficie o in prossimità della superficie. Esse possono essere regolabili, adattandosi ai fissaggi di diverse dimensioni, o fisse, per specifiche procedure.
Il nuovo NORTEC 600 concentra in uno strumento portatile compatto e resistente i più recenti progressi nel rilevamento di difetti con Correnti Indotte ad elevata performance. Con un display VGA nitido e luminoso da 5,7 " dotato di una reale modalità full screen, il NORTEC 600 è in grado di generare segnali di Correnti Indotte ad elevata visibilità e contrasto.
Progettato per l'ispezione eddy current. La configurazione dell'ispezione supporta 32 bobine della sonda (fino a 64 con un multiplexer esterno) che vengono usati in modalità ponte o trasmissione-ricezione. Le frequenze operative vanno da 20 Hz a 6 MHz con la possibilità di usare frequenze multiple nella stessa acquisizione.
Sorry, this page is not available in your country
Let us know what you're looking for by filling out the form below.

Questo sito utilizza cookie per migliorare le performance, analizzare il traffico e misurare l’efficacia delle pubblicità. Se non modifichi le impostazioni internet, i cookie continueranno a essere usati in questo sito internet. Per maggiori informazioni sulle modalità d’uso dei cookie per questo sito internet e sulle modalità di restrizione dell’uso dei cookie, riferirsi alla nostra politica sui cookie.

OK